Sidebar

 
Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Persian Portuguese Russian Spanish Turkish Ukrainian

La sfida internazionale dell'industria energetica

La sfida internazionale dell’industria energetica e i modelli innovativi per la crescita globale della filiera italiana. Aumento del fabbisogno energetico globale stimato al 2040. Verso una Low-carbon economy. Obiettivo: ridurre le emissioni di CO2 e il surriscaldamento globale, favorendo l’efficienza energetica e forme di energia più pulite.


Read more: La sfida internazionale dell'industria energetica

Il mercato dell'arte in Iran è l'occasione del momento

mercato arte Iran
Per capire il trend di un Paese emergente e cogliere il momento migliore per iniziare a far business con esso, il mercato dell'arte offre spesso un indicatore di assoluta rilevanza.

In Iran negli ultimi tre anni è triplicato il numero delle gallerie d'arte, ma i prezzi restano ancora vantaggiosi rispetto a quelli dei mercati internazionali. Il numero dei collezionisti è ancora limitato ma c'è già chi sta scommettendo su un'impennata del settore nel giro dei prossimi mesi e anni.
 
Read more: Il mercato dell'arte in Iran è l'occasione del momento

Analisi economica: perché ora gli investitori fuggono dall'Italia

disinvestimenti da Italia

Per tutto il 2015 l'Italia ha goduto di uno status particolare, beneficiando di ampia liquidità che proveniva dai mercati internazionali che vedevano nel Belpaese e soprattutto nel processo di riforme avviato da Renzi, un segnale di svolta su cui valeva la pena scommettere. Quando intorno a metà gennaio è uscito il decreto che obbligava le banche popolari a trasformarsi in spa e spingeva verso aggregazioni che avrebbero tagliato poltrone e costi creando maggiori efficienze, l'entusiasmo tra i gestori esteri è aumentato a dismisura.

Ma poi, nonostante la liquidità e l'ottima performance di Piazza Affari, le speranze si sono affievolite.

Read more: Analisi economica: perché ora gli investitori fuggono dall'Italia

Dalla UE 6,7 miliardi per i trasporti nell'Est Europa

finanziamento trasporti est-europa

Bruxelles ha approvato il maxi-finanziamento per ammodernare strade e ferrovie in Romania, Paesi baltici e Polonia. Secondo gli addetti ai lavori, potranno smuovere investimenti fin quasi a 10 miliardi. Da Ansaldo a Salini Impregilo, potrebbero essere buone opportunità per i gruppi tricolori.

Si tratta di Un ambizioso progetto dell'Unione europea per lo sviluppo dei trasporti in Romania, Paesi baltici e Polonia apre interessanti prospettive per i big italiani del settore. La Ue ha approvato uno stanziamento di 6,7 miliardi per l'ammodernamento della rete di trasporti.

Read more: Dalla UE 6,7 miliardi per i trasporti nell'Est Europa

Il Brasile delle enormi opportunità è ancora in recessione

Il 2016 del Brasile si apre così come si era chiuso il 2015, nel segno della recessione. Nel primo trimestre il Pil del Paese sudamericano è calato dello 0,3%, rispetto ai tre mesi precedenti.

Un risultato che ha, comunque, sorpreso gli analisti, che avevano preventivato un calo assai più marcato: -0,8 per cento.

Read more: Il Brasile delle enormi opportunità è ancora in recessione